Tratti marcati, decisi, pure se a contorni sfumati fino all’evanescenza, conferiscono ai grumi materici delle forti e ben configurate densità espressive alle forti e dense stesure cromatiche.

Suscita così, nelle reminiscenze del sapere, quelle intime espressioni che inducono a comprendere le sue profonde meditazioni. I corposi rossi i verdi e i blu evidenziano le tensioni che lacerano l’essere, facile preda delle convulse lusinghe, che intende comprendere per liberarsene.

Vito Cracas